Social

Newsletter

Notaio e successione

Il notaio è un professionista con una competenza specifica in materia di successioni ed è in grado di supportare chiunque intende pianificare la successione e gli eredi negli adempimenti successori, per esempio:

  • redazione del testamento olografo o pubblico;
  • accertamenti catastali;
  • predisposizione e presentazione della dichiarazione di successione;
  • predisposizione del modello per il pagamento delle imposte di successione;
  • voltura catastale dei beni ereditati;
  • svincolo di conti correnti o titoli intestati al defunto;
  • autorizzazioni giudiziali in caso di lasciti devoluti a minori o incapaci;
  • accettazione o rifiuto dell’eredità.

Per la dichiarazione di successione non è obbligatorio rivolgersi ad un notaio, tuttavia, è consigliabile quando nell’asse ereditario ricadono delle società o quando gli eredi non sono sicuri dello stato patrimoniale del defunto.
Il notaio è indispensabile nel caso di successione testamentaria per la pubblicazione del testamento olografo; mentre, in caso di testamento pubblico bisogna rivolgersi al notaio che l’ha ricevuto o all’archivio notarile o è il notaio stesso che lo comunica agli eredi.
Il Regolamento del Ministro della Giustizia 20 luglio 2012 n. 140 stabilisce le tabelle dei compensi professionali dei notai, in particolare è stabilito un importo da euro 50,00 a euro 900,00, con aumento fino al doppio, per i seguenti atti:

  • accettazione di eredità;
  • rinuncia all’eredità;
  • acquiescenza e rinuncia alla azione di riduzione;
  • rinuncia alla opposizione ad atto di donazione;
  • atto notorio;
  • testamento internazionale;
  • testamento olografo;
  • testamento pubblico;
  • testamento segreto;
  • pubblicazione di testamento olografo o segreto.

31.03.2016 Home

Registrati per ricevere le nostre news